Hai una banca dati?

Fare marketing non è una questione di soldi, ma di strategie volte all’acquisizione di nuovi clienti e al contempo mantenere i clienti che si hanno già.

Ricorda, non c’è miglior cliente di quello che hai già, infatti mantenere il cliente costa molto meno fatica che acquisirne di nuovi, ma per fare ciò occorre una strategia di comunicazione che tenga “legato” il cliente.

Portare via i clienti è una pratica che fanno anche i tuoi concorrenti e sicuramente la fai anche tu, bene! Ma tenersi stretti i clienti che si hanno in quanti lo fanno? Cosa fai per tenerti stretto i tuoi clienti? Un modo efficace, oltre ad inserire una pagina di News  e di Comunicati Stampa, ma allo stesso tempo facile ed economico, è inviare delle comunicazioni periodiche ai clienti, non in modo occasionale ma in modo continuativo, quando ad esempio fai un porte aperte o sei presente in una prova in campo, devi attuare una strategia comunicativa che ti permetta di restare nella loro mente e di renderti un portatore di informazioni utili.

Certo, utilizzare i social è pratico e veloce, ma una comunicazione confidenziale, diretta e personalizzata ha sicuramente un potere maggiore rispetto ad un post che per quanto possa essere efficace non è personalizzato ne personalizzabile, ma generico.

Per fare questo hai bisogno di avere sempre aggiornata la tua banca dati con tutti i dati possibili, non solo il nominativo e i contatti, cellulare o email, ma quante più informazioni possibili divise per settori, ad esempio cosa hanno acquistato, quando lo hanno acquistato, cosa coltivano ecc. In questo modo saprai sempre a chi stai inviando le comunicazioni senza “stressare” chi non rientra nel target che vuoi tu e non rischi di farli cancellare dalla tua lista

In moltissime occasioni ho trovato una totale disattenzione verso questo strumento che permette di comunicare in modo massivo e pratico ai clienti, una grande quantità di imprenditori non sa di avere in mano un risorsa molto più grande di quanto si creda, non solo, in tanti non hanno neanche una banca dati organizzata, ma solo un archivio spesso approssimato dei nominativi dei clienti (questo perché utilizza un gestionale per l’amministrazione) senza poi sfruttare le informazioni che si hanno già al meglio.

Capisco che iniziare a organizzare una banca dati avendo solo nominativi è un costo in tempo ed energia, ma il costo del mancato utilizzo degli strumenti che hai già a quanto ammonta? Ricorda, La capacità produttiva inutilizzata è la prima sorgente di perdita per un imprenditore.

 

 

Hai una banca dati?